Sabato 9 settembre ad Ivrea LiberEmergencyMusic 2017

LiberEmergencyMusic 2017

Al termine di IVREAESTATE anche quest’anno il concerto intitolato LiberEmergencyMusic, giunto alla quarta edizione! Si tratta di un concerto di beneficenza organizzato da Emergency e dai ragazzi del presidio di Libera Ivrea

L’evento vedrà protagonisti alcune band emergenti dell’eporediese e musicisti che hanno scelto di aderire ai valori delle due associazioni. 
Il concerto si svolgerà a partire dalle ore 16 e proseguirà fino a tarda sera.
La novità di quest’anno sarà una cena sociale in piazza che, a prezzi accessibili, proporrà un menù con piatti scelti in un’ottica di sostenibilità e rispetto delle intolleranze alimentari.

Ecco il programma della giornata:

Balla in Pace – Una sinfonia di musica, etica e sapori
dalle ore 16:  Portaverta, Zzrock, Animal Skull, EPOREDIA SOUND e.. I Fanali di Scorta.
ore 20:  ZAC! e l’associazione SapOri di Vite propongono una cena buona pulita e giusta. Varie forme di intolleranza e scelte etiche alimentari troveranno risposta in una cucina rispettosa dell’ambiente, delle forme viventi e degli equilibri energetici e sociali del pianeta. 
Costo della cena: 5€
dalle ore 21:  Marcello Pintore e a seguire MCCS (Punklirico dal balconcino di Torino).
Per tutta la durata della manifestazione saranno a disposizione cibi e bevande. 
 
In caso di maltempo presso Lo ZAC! – Movicentro di Ivrea
 
INGRESSO GRATUITO

Martedì 25 Aprile LIBERAZIONE IN FESTA

Martedì 25 Aprile alle 15,00

a Ivrea ai Giardini Giusiana in Corso Botta

LIBERAZIONE IN FESTA

Tessere memorie, ricamare nuove storie

Martedì 25 Aprile: giorno della Liberazione, ma anche presentazione di un grande progetto!

L’evento si chiama LIBERAZIONE IN FESTA ed è già alla sua quarta edizione. Quest’anno, oltre a festeggiare il giorno della Liberazione, verrà presentato il progetto IVREATTIVA, punto focale che vuole racchiudere le tante associazioni presenti sul territorio.

Durante l’evento ogni associazione avrà a disposizione uno stand per presentare le proprie attività valorizzando quelle che coinvolgono i giovani, ma ci sarà anche un fil rouge tematico che collegherà gli stand delle associazioni fra di loro, per sottolineare l’idea di comunicazione e interrelazione tra le varie realtà, sottesa al progetto IvreAttiva.

Al centro di questo cerchio di associazioni, ci sarà lo “stand giovani” formato da un gruppetto di ragazzi delle superiori che spiegheranno in cosa consiste il progetto IvreAttiva e soprattutto da quali esigenze nasce e quali obiettivi si pone.

Parallelamente sarà predisposto un gioco che faccia da ponte tra un’associazione e l’altra collegando i vari stand, il cui scopo sarà quello di collezionare dei timbri che permetteranno di avere un gadget promozionale di IvreAttiva.

Alla fine dell’evento, allo ZAC!, ci saranno due concerti

alle 21,00 i RED WINE e alle 22,00 i FRANTI.

In caso di maltempo l’evento è spostato allo ZAC!

Il “nostro” 21 marzo 2017 a Verbania

Sono le 7.47 del mattino del 21 marzo 2017 e 4 pullman, per un totale di 200 persone, con ragazzi da 4 scuole superiori cittadine e 8 richiedenti asilo della coop Mary Poppins partono da Ivrea per Verbania, dove si terrà la XXII giornata in ricordo delle vittime innocenti di mafia organizzata di anno in anno da Libera.

         

Il cielo è plumbeo, ma negli occhi di tutti, più o meno accesa brilla una luce entusiasmante.
Si, entusiasmante, perché essere parte di questa giornata, vedere tanti ragazzi che stanno intraprendendo un viaggio per tenere alto il nome di tutti quei ragazzi, ragazze, uomini e donne le cui  vite sono state brutalmente interrotte da un’organizzazione altrettanto brutale e potente è entusiasmante.
Poter pensare che tutti i progetti di vita stracciati dalla mano mafiosa almeno oggi possano essere ricordati, ripresi e sostenuti in modo significativo mi rende molto orgogliosa. Orgogliosa di far parte di questa giornata, sperando di poterla portare con me per tutto l’anno insieme a tutto il coraggio, l’entusiasmo e la potenza che la caratterizzano.

          
Mi piace pensare che tutte le persone che oggi dedicheranno anche solo un pensiero, una parola, una canzone o un urlo al cielo a tutto ciò che questa giornata di ricordo, rispetto e iniziativa significa, in qualche modo lo dedichino anche a ogni singola persona la cui vita è stata rubata e che quindi a questo furto venga (sebbene in piccola parte) resa giustizia.
Sono consapevole che quello di oggi dovrebbe essere un impegno preso e mantenuto per tutto l’anno in ogni mio, ogni nostro gesto e pensiero, ma mi rendo conto che non sempre sia immediato.
Credo però che questo possa essere un buon punto di partenza, perché se almeno una piccola parte delle emozioni e della carica che trasmette a me far parte di tutto questo si insinuerá nella mente o nel cuore di tutti i ragazzi che oggi sono qui con me, beh allora non potrà non lasciare traccia e svanire come fumo.
Perché la consapevolezza e il ricordo, una volta tuoi, non te li può rubare proprio nessuno.
                                                                                                         [Chiara Luna – Presidio Torno Noviello]

         

 

il 21 marzo vieni con Libera a Verbania

Da quest’anno, con il consenso unanime di Camera e Senato, il 21 marzo è stata istituita come Giornata Nazionale dedicata al contrasto alle mafie e alla illegalità.

La XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie organizzata da Libera si svolgerà nel 2017 in Calabria, a Locri.

In Piemonte la piazza principale regionale della manifestazione sarà Verbania. Vi invitiamo a partecipare con noi a questa giornata in ricordo delle quasi novecento vittime innocenti delle mafie: semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.
La proposta è così strutturata:

  • viaggio in pullman organizzato da Libera Ivrea con partenza alle ore 7 dal Movicentro e ritorno previsto per le ore 20
  • costo del viaggio, a carico dei partecipanti, 10 €
  • i minorenni dovranno consegnare la liberatoria allegata, compilata e firmata da un genitore 
  • a Verbania avranno luogo il corteo per le vie della città e la lettura dei nomi delle vittime innocenti di mafia cui seguirà il collegamento con Locri per ascoltare l’intervento di don Luigi Ciotti
  • nel pomeriggio sono previste attività formative: Per motivi organizzativi i posti sono limitati e l’iscrizione èobbligatoria.
    E’ possibile consultare i workshop ancora disponibili sul sito di Libera Piemonte all’indirizzo
    http://liberapiemonte.it/21-marzo-a-verbania-giornata-regionale-della-memoria-e-dellimpegno/
    Chi è interessato deve comunicare il titolo del workshop al momento della richiesta di iscrizione.

Tutti coloro che intendono partecipare devono dare la loro adesione entro domenica 12 marzo 2017 inviando una mail a  [email protected]
Il pagamento avverrà la mattina stessa del 21 sul pullman; per motivi che potete comprendere la quota sarà richiesta anche in caso di disdetta.
In alternativa è possibile prenotare presso la nostra sede dal martedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30.
A tutti i partecipanti è richiesto di fornire: nome, cognome, e-mail, recapito telefonico (possibilmente cellulare), se minorenne, se interessato a workshop ed eventuali disabilità

Grazie per l’attenzione e….  vi aspettiamo numerosi!

Il Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese

ARANCE FRIGIE: il racconto della Carovana e lo sfruttamento in Piemonte

Libera Ivrea organizza una serata di approfondimento sul tema del caporalato  giovedì 16 febbraio alle ore 21 presso la Sala S.Marta. L’evento si inserisce nel Protocollo Arance Frigie, un progetto nato dalla collaborazione della Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte con il Comune d’Ivrea, la Fondazione dello Storico Carnevale e l’Associazione degli Aranceri e la Prefettura di Torino, con l’intento di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi a produzione, raccolta, trasporto e commercializzazione delle arance utilizzate durante il Carnevale, per tutelare un evento storico e folkloristico di livello nazionale, assicurandosi che vengano rispettati i principi di legalità e dignità dei lavoratori.

Durante la serata verrà proiettato il video che racconta l’esperienza della Carovana Arance Frigie. Lo scorso novembre un gruppo di ragazzi ha intrapreso un viaggio dal Piemonte alla Calabria per incontrare i produttori delle arance utilizzate durante lo Storico Carnevale d’Ivrea e conoscere alcune realtà attive sul tema della produzione agricola sostenibile che lottano quotidianamente contro la piaga nazionale dello sfruttamento lavorativo nei campi.

Interverranno inoltre:
Alessandro Armando, referente del presidio Caritas di Saluzzo che ogni estate ospita oltre 500 braccianti in gran parte di origine africana, per capire la situazione dello sfruttamento agricolo in Piemonte;
Enrico Nada di Nova Coop Piemonte per illustrare le scelte fatte dalla Cooperativa che rappresenta. Vedremo inoltre quali scelte quotidiane ognuno di noi può fare per contribuire a debellare il fenomeno del caporalato, che ogni anno coinvolge quasi mezzo milione di persone in Italia, al Sud come al Nord.

E poi veniteci a trovare domenica 19 febbraio al mercatino degli aranceri in piazza Ottinetti. Troverete alcuni dei ragazzi del Presidio di Libera di Ivrea che saranno felici di darvi informazioni e raccontarvi i loro progetti sul territorio. Sarà anche l’occasione per acquistare le toppe “Arance Frigie” da applicare sulla divisa di Carnevale.

Vi aspettiamo!
Il Coordinamento di Libera Ivrea e Canavese

x informazioni potete contattare Andrea Gaudino
3463613681    [email protected]

notizie dalla Carovana Arance Frigie

“Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora diventa un proposito, ovvero qualcosa di infinitamente più grande”
Qui in Calabria stiamo facendo questo, da un’intuizione alla realtà: In mezzo ci sta la fatica e la voglia di fare…
Siamo in 17 nella Carovana Arance Frigie e sicuramente, dopo questo viaggio, nulla sarà più come prima!

foto-di-gruppo

murales      in-viaggio

Logo Arance Frigie

La Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte
assieme a tutti i firmatari del “Protocollo Arance Frigie”
vi invitano giovedì 10 novembre alle h. 11.00
presso Binaria, via Sestriere 34
alla conferenza stampa per promuovere la
CAROVANA ARANCE FRIGIE
che si terrà tra l’11 e il 15 novembre 2016

Parteciperanno alla Conferenza Stampa:
Alessandro Armando del Presidio Caritas di Saluzzo,
Denis Vayr della Flai-CGIL Piemonte,
Chiara Cestari di Carovane migranti,
i rappresentanti del Protocollo Arance Frigie
(Libera, Fondazione BIT, Fondazione Storico Carnevale e Aranceri)

CHI SIAMO

Il Protocollo Arance Frigie è un progetto nato dalla Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte con il Comune d’Ivrea, la Fondazione dello Storico Carnevale e l’Associazione degli Aranceri. Lo scopo è quello di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi alla produzione, alla raccolta e al trasporto e alla commercializzazione delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale d’Ivrea.

Nel Protocollo Arance frigie, firmato ufficialmente nel febbraio 2015 presso la Prefettura di Torino, è previsto che le Associazioni degli Aranceri richiedano ai fornitori delle arance alcuni documenti: l’autocertificazione antimafia; il DURC in corso di validità; il bilancio degli ultimi 3 anni e la visura camerale. La mancata trasmissione dei documenti autorizzerebbe le Associazioni a servirsi presso altri fornitori. In questo modo si tutela un evento storico e folkloristico di livello nazionale, assicurandosi che vengano rispettati i principi di legalità e dignità dei lavoratori.

IL SENSO DELLA CAROVANA

A partire dal Protocollo Arance Frigie è nata una stretta collaborazione tra i soggetti coinvolti. Per questo l’idea di estendere i principi che guidano il Protocollo andando a visitare alcuni luoghi-chiave del nostro Paese in materia di sfruttamento del lavoro. Partiremo dal Piemonte per attraversare l’Italia, incontrando i produttori delle arance del Carnevale d’Ivrea e conoscendo alcune realtà attive sul tema della produzione agricola sostenibile e che lottano quotidianamente contro la piaga nazionale dello sfruttamento lavorativo nei campi. Saranno coinvolte tutte le realtà che collaborano per la riuscita del progetto: Fondazione BIT, Aranceri, Libera, Coop. Mary Poppins, Fondazione Storico Carnevale, Comune Ivrea, Acmos.

Il programma prevede, tra l’11 e il 15 novembre, l’incontro con le realtà di Corigliano Calabro, Polistena, Riace e Latina.

IL PROGRAMMA

Venerdì 11 novembre:

  • Partenza della Carovana da Via Leoncavallo 27 Torino

Sabato 12 novembre:

  • Arrivo a Corigliano Calabro e visita delle realtà che producono le arance del Carnevale
  • Arrivo a Polistena e presentazione del Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi e attività del Centro d’Aggregazione Giovanile “Luigi Marafioti”

Domenica 13 novembre:

  • Mattina: Incontro con Mimmo Lucano a Riace
  • H 16:30: Incontro con Michele Albanese (giornalista) e Antonio De Masi (imprenditore) presso il palazzo confiscato Centro polifunzionale “Padre Pino Puglisi” a Polistena

Lunedì 14 novembre:

  • Mattina: Visita alla Coop Valle del Marro di Libera Terra
  • Incontro con il sindacato locale della Flai-CGIL e visita a situazioni più critiche della zona (Tendopoli)
  • Incontro con Don Pino Demasi (referente Libera – Piana di Gioia Tauro)

Martedì 15 novembre:

  • Arrivo a Latina e incontro con Marco Omizzolo (sfruttamento dei Sikh indiani) e Davide Mattiello, membro della commissione parlamentare antimafia

Vi aspettiamo il 10 novembre alle h. 11.00 in via Sestriere 34

L’Ufficio stampa di Libera Piemonte                                          L’Ufficio Stampa di Benvenuti in Italia
Davide Pecorelli                                                                              Camilla Cupelli

 

Cena della legalità

L’anno sta per volgere al termine e non poteva mancare il tradizionale appuntamento con tutti voi che con affetto ci seguite e sostenete. Siete tutti invitati sabato 26 novembre alle ore 19,30 presso il Salone Polifunzionale di Strambino in via Cotonificio a una festosa serata dedicata alla legalità e alla giustizia. E quale modo migliore di celebrare questi valori se non attraverso il cibo, la comunità, la musica e lo spettacolo?

 

La serata prevede una cena a base dei prodotti di Libera Terra (ottenuti grazie al riutilizzo sociale dei terreni confiscati alla criminalità organizzata), accompagnata da musica dal vivo e racconti dalle terre liberate dalle mafie!

Una serata per confrontarsi e ragionare sui temi da sempre portati avanti da Libera:
IN TAVOLA  i frutti del lavoro sui beni confiscati cucinati secondo le ricette tipiche regionali.
IN MUSICA   le storie di lotta e di speranza
IN SCENA   la Terra, libera e per tutti

Il costo per la serata è di 20€ a persona, tutto incluso.

E’ obbligatoria la prenotazione entro giovedì 24 novembre
inviando una mail a [email protected]
oppure presso la Cartoleria-Edicola CartoClub Decimo in Piazza don Luigi Vesco 2 a Strambino.
Per cortesia segnalateci eventuali allergie o intolleranze alimentari.

Per informazioni contattateci a questo indirizzo e-mail e vi risponderemo al più presto, grazie.

Vi aspettiamo numerosi!

Il Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese
in collaborazione con la Pro Loco di Strambino
con il patrocinio del Comune di Strambino

cena-strambino-26-11-16

Immagine
Il Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese
ha invitato Amministratori del Territorio, Responsabili di Enti e gruppi di volontariato 
ad un incontro che si terrà
il 15 settembre   alle 17,30
 
ad Ivrea  presso lo ZAC! (Movicentro – via Dora Baltea 40b)   nella sala arancione
 
L’incontro verrà condotto dal Dott.re Leopoldo Grosso  
Presidente onorario  del Gruppo Abele
 
Libera e Gruppo Abele, in collaborazione con altre reti di Associazioni, promuovono la campagna (im)PATTO SOCIALE che amplia area di azione, obiettivi e metodi della campagna MISERIA LADRA. (im)PATTO SOCIALE  pone attenzione alla condizione di grave situazione di impoverimento in Italia e, compiuta un’analisi dei dati Istat, Eurostat e dei report di varie ONG, individua linee di pressione e di azione che Amministratori e Responsabili di Enti e Associazioni possono compiere come stimolo di politiche di sostegno al reddito e di maggior giustizia economico-sociale.
Si invita quindi a partecipare per poter riflettere sui dati che riguardano la nostra zona e quelli più generali che riguardano il Paese, ma soprattutto per portare il proprio contributo di idee e proposte. Un coordinamento a livello del nostro territorio potrebbe  favorire un’azione più incisiva , con forme concordate.