Carta di Pisa e impegni comunali

Nelle scorse settimane i gruppi di minoranza della Amministrazione Comunale di Ivrea hanno segnalato in più occasioni un problema di incompatibilità di incarichi all’interno della pubblica amministrazione cittadina.
Tale valutazione di incompatibilità risulta basata  sui principi contenuti nella Carta di Pisa, codice etico proposto agli Amministratori dei Comuni aderenti all’Associazione Avviso Pubblico. L’adesione al  documento, nell’ambito della presentazione della piattaforma L4, era stata oggetto di un dibattito pubblico  con i candidati sindaco nel corso della campagna elettorale nel maggio di quest’anno e aveva ricevuto la sottoscrizione di tutti i candidati.
Dalle informazioni disponibili al momento, risulta che la Giunta stia esaminando il problema con alcune incertezze rispetto alla applicazione dei principi espressi all’interno della suddetta Carta.
Il Coordinamento territoriale di Libera di Ivrea e Canavese sottolinea la necessità di atti concreti da parte  della Giunta e del Sindaco che la presiede, in accordo con l’impegno sottoscritto in quella occasione.
Proprio per una riflessione articolata sul documento in questione, il Coordinamento ha proposto una giornata di approfondimento con il professor Vannucci, estensore della Carta di Pisa. Ciò affinché si possa entrare nel merito di aspetti applicativi ed eventuali problemi connessi, rispettando lo spirito ispiratore del codice etico stesso.
Si è già avuta l’adesione del professor Vannucci e del sindaco rispetto ad una data nel mese di gennaio 2014 che veda la maggior partecipazione possibile degli amministratori locali.

Ivrea, 9 dicembre 2013
Il Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *