Archivi categoria: Arance Frigie

ARANCE FRIGIE: il racconto della Carovana e lo sfruttamento in Piemonte

Libera Ivrea organizza una serata di approfondimento sul tema del caporalato  giovedì 16 febbraio alle ore 21 presso la Sala S.Marta. L’evento si inserisce nel Protocollo Arance Frigie, un progetto nato dalla collaborazione della Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte con il Comune d’Ivrea, la Fondazione dello Storico Carnevale e l’Associazione degli Aranceri e la Prefettura di Torino, con l’intento di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi a produzione, raccolta, trasporto e commercializzazione delle arance utilizzate durante il Carnevale, per tutelare un evento storico e folkloristico di livello nazionale, assicurandosi che vengano rispettati i principi di legalità e dignità dei lavoratori.

Durante la serata verrà proiettato il video che racconta l’esperienza della Carovana Arance Frigie. Lo scorso novembre un gruppo di ragazzi ha intrapreso un viaggio dal Piemonte alla Calabria per incontrare i produttori delle arance utilizzate durante lo Storico Carnevale d’Ivrea e conoscere alcune realtà attive sul tema della produzione agricola sostenibile che lottano quotidianamente contro la piaga nazionale dello sfruttamento lavorativo nei campi.

Interverranno inoltre:
Alessandro Armando, referente del presidio Caritas di Saluzzo che ogni estate ospita oltre 500 braccianti in gran parte di origine africana, per capire la situazione dello sfruttamento agricolo in Piemonte;
Enrico Nada di Nova Coop Piemonte per illustrare le scelte fatte dalla Cooperativa che rappresenta. Vedremo inoltre quali scelte quotidiane ognuno di noi può fare per contribuire a debellare il fenomeno del caporalato, che ogni anno coinvolge quasi mezzo milione di persone in Italia, al Sud come al Nord.

E poi veniteci a trovare domenica 19 febbraio al mercatino degli aranceri in piazza Ottinetti. Troverete alcuni dei ragazzi del Presidio di Libera di Ivrea che saranno felici di darvi informazioni e raccontarvi i loro progetti sul territorio. Sarà anche l’occasione per acquistare le toppe “Arance Frigie” da applicare sulla divisa di Carnevale.

Vi aspettiamo!
Il Coordinamento di Libera Ivrea e Canavese

x informazioni potete contattare Andrea Gaudino
3463613681    [email protected]

notizie dalla Carovana Arance Frigie

“Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora diventa un proposito, ovvero qualcosa di infinitamente più grande”
Qui in Calabria stiamo facendo questo, da un’intuizione alla realtà: In mezzo ci sta la fatica e la voglia di fare…
Siamo in 17 nella Carovana Arance Frigie e sicuramente, dopo questo viaggio, nulla sarà più come prima!

foto-di-gruppo

murales      in-viaggio

Logo Arance Frigie

La Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte
assieme a tutti i firmatari del “Protocollo Arance Frigie”
vi invitano giovedì 10 novembre alle h. 11.00
presso Binaria, via Sestriere 34
alla conferenza stampa per promuovere la
CAROVANA ARANCE FRIGIE
che si terrà tra l’11 e il 15 novembre 2016

Parteciperanno alla Conferenza Stampa:
Alessandro Armando del Presidio Caritas di Saluzzo,
Denis Vayr della Flai-CGIL Piemonte,
Chiara Cestari di Carovane migranti,
i rappresentanti del Protocollo Arance Frigie
(Libera, Fondazione BIT, Fondazione Storico Carnevale e Aranceri)

CHI SIAMO

Il Protocollo Arance Frigie è un progetto nato dalla Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte con il Comune d’Ivrea, la Fondazione dello Storico Carnevale e l’Associazione degli Aranceri. Lo scopo è quello di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi alla produzione, alla raccolta e al trasporto e alla commercializzazione delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale d’Ivrea.

Nel Protocollo Arance frigie, firmato ufficialmente nel febbraio 2015 presso la Prefettura di Torino, è previsto che le Associazioni degli Aranceri richiedano ai fornitori delle arance alcuni documenti: l’autocertificazione antimafia; il DURC in corso di validità; il bilancio degli ultimi 3 anni e la visura camerale. La mancata trasmissione dei documenti autorizzerebbe le Associazioni a servirsi presso altri fornitori. In questo modo si tutela un evento storico e folkloristico di livello nazionale, assicurandosi che vengano rispettati i principi di legalità e dignità dei lavoratori.

IL SENSO DELLA CAROVANA

A partire dal Protocollo Arance Frigie è nata una stretta collaborazione tra i soggetti coinvolti. Per questo l’idea di estendere i principi che guidano il Protocollo andando a visitare alcuni luoghi-chiave del nostro Paese in materia di sfruttamento del lavoro. Partiremo dal Piemonte per attraversare l’Italia, incontrando i produttori delle arance del Carnevale d’Ivrea e conoscendo alcune realtà attive sul tema della produzione agricola sostenibile e che lottano quotidianamente contro la piaga nazionale dello sfruttamento lavorativo nei campi. Saranno coinvolte tutte le realtà che collaborano per la riuscita del progetto: Fondazione BIT, Aranceri, Libera, Coop. Mary Poppins, Fondazione Storico Carnevale, Comune Ivrea, Acmos.

Il programma prevede, tra l’11 e il 15 novembre, l’incontro con le realtà di Corigliano Calabro, Polistena, Riace e Latina.

IL PROGRAMMA

Venerdì 11 novembre:

  • Partenza della Carovana da Via Leoncavallo 27 Torino

Sabato 12 novembre:

  • Arrivo a Corigliano Calabro e visita delle realtà che producono le arance del Carnevale
  • Arrivo a Polistena e presentazione del Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi e attività del Centro d’Aggregazione Giovanile “Luigi Marafioti”

Domenica 13 novembre:

  • Mattina: Incontro con Mimmo Lucano a Riace
  • H 16:30: Incontro con Michele Albanese (giornalista) e Antonio De Masi (imprenditore) presso il palazzo confiscato Centro polifunzionale “Padre Pino Puglisi” a Polistena

Lunedì 14 novembre:

  • Mattina: Visita alla Coop Valle del Marro di Libera Terra
  • Incontro con il sindacato locale della Flai-CGIL e visita a situazioni più critiche della zona (Tendopoli)
  • Incontro con Don Pino Demasi (referente Libera – Piana di Gioia Tauro)

Martedì 15 novembre:

  • Arrivo a Latina e incontro con Marco Omizzolo (sfruttamento dei Sikh indiani) e Davide Mattiello, membro della commissione parlamentare antimafia

Vi aspettiamo il 10 novembre alle h. 11.00 in via Sestriere 34

L’Ufficio stampa di Libera Piemonte                                          L’Ufficio Stampa di Benvenuti in Italia
Davide Pecorelli                                                                              Camilla Cupelli

 

CONCLUSO IL PRIMO STORICO CARNEVALE DI IVREA “FRIGIO” – IL NOSTRO BILANCIO

Logo Arance Frigie

Lo Storico Carnevale di Ivrea si è da poco concluso: si tratta del primo Carnevale cui è stato applicato il Protocollo Arance Frigie. Firmato il 13 febbraio 2015 presso gli uffici della Prefettura di Torino dal Comune di Ivrea, la Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea, l’Associazione degli Aranceri, Libera Piemonte e Benvenuti in Italia, il Protocollo ha lo scopo di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi alla produzione e al trasporto delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale e quest’anno è stato finalmente applicato alla manifestazione. Si tratta di una forma di deterrenza allo sfruttamento bracciantile nelle nostre campagne.

Cosa prevede il Protocollo? In esso è scritto che le associazioni degli aranceri devono richiedere ai fornitori delle arance (quindi produttori, intermediari e trasportatori) per il carnevale alcuni documenti: l’autocertificazione antimafia; il DURC in corso di validità; il bilancio degli ultimi 3 anni e la visura camerale. Tali documenti, da inviare al Comune di Ivrea, vengono poi trasmessi alla Prefettura, che si occupa di inoltrarli alle autorità competenti. La mancata trasmissione dei documenti impegna le Associazioni a servirsi presso altri fornitori. Le parole di questo Protocollo sono diventate, allo Storico Carnevale di Ivrea del 2016, perlopiù realtà: occorre infatti migliorare, per la prossima edizione, tempistica e modalità di invio della documentazione, arrivata in Prefettura con poco margine di anticipo rispetto all’evento, e che dovrebbe arrivare prima al Comune di Ivrea e poi essere trasmesso alla Prefettura.

Auspicando per il prossimo anno una piena realizzazione del Protocollo, possiamo dirci parzialmente soddisfatti per l’anno in corso. Ci sarà a breve un incontro tra tutte le realtà firmatarie del Protocollo per fare il punto sull’anno appena passato, rilanciando sul prossimo, e per valutare come proseguire il cammino iniziato il 13 febbraio 2015.

Ufficio stampa della Fondazione Benvenuti in Italia
Ufficio stampa di Libera Piemonte

Carnevale 2016: “ARANCE LIBERE DALLE MAFIE”

Grafica 21-1-16

Carnevale 2016:  “ARANCE LIBERE DALLE MAFIE”
La lotta al caporalato e la scelta del Carnevale d’Ivrea

Quello del caporalato è un fenomeno che interessa tutta la penisola. Si tratta di un problema radicato nelle nostre campagne, al nord come al sud, che riguarda diversi livelli: lo sfruttamento bracciantile, la schiavizzazione sessuale, la mancanza di tutele lavorative.

Per questo la Fondazione Benvenuti in Italia e Libera Piemonte hanno iniziato un percorso contro lo sfruttamento dei lavoratori e in particolare nel campo della filiera dell’arancia: con il protocollo “Arance Frigie” all’interno della cornice dello Storico Carnevale d’Ivrea.

Scopo del progetto è quello di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi a produzione, raccolta, trasporto e commercializzazione delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale, tutelando un evento storico e folkloristico di livello nazionale, assicurandosi che vengano rispettati i principi di legalità e dignità del lavoro e dei lavoratori. Oggi, finalmente, il protocollo sta diventando realtà: il Carnevale 2016 potrà essere dunque un “Carnevale frigio”, ovvero libero dalle mafie e dal caporalato.

Il Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese vi invita ad un momento di riflessione e dibattito sul tema del caporalato in cui verrà illustrato il percorso fatto nell’ultimo anno

Giovedì 21 gennaio alle ore 21 presso Lo ZAC!
in Via Dora Baltea 40b ad Ivrea

Interverranno:

 Jean René Bilongo – Flai CGIL
Alberto Alma – Presidente Fondazione Carnevale d’Ivrea
Gianmario Pilo – Fondazione Carnevale d’Ivrea
Claudio Canova – Presidente Associazione Aranceri
Francesca Rispoli – Presidente Fondazione BIT (Benvenuti in Italia)
Maria Josè Fava – Referente di Libera Piemonte

 

arance frigie

AranceFrigie
Dopo due anni e mezzo di lavoro fatti di studio, incontri, condivisione, siamo riusciti nell’intento di mettere in campo uno strumento efficace a garanzia della legalità e contro lo sfruttamento dei lavoratori e delle lavoratrici.

Insieme alla Fondazione Benvenuti in Italia, stimolati da una idea di Davide Mattiello, abbiamo predisposto un protocollo di legalità, che abbiamo titolato “Arance frigie”, coinvolgendo il Comune di Ivrea, la Prefettura di Torino, la Fondazione Storico Carnevale di Ivrea e le Associazioni degli Aranceri al fine di rendere trasparenti e verificabili i dati salienti relativi alla produzione e al trasporto delle arance utilizzate nella battaglia del Carnevale.

Il protocollo è stato firmato alle 11,30 di venerdì 13 Febbraio presso gli uffici della Prefettura di Torino in Piazza Castello, alla presenza degli enti, delle associazioni e di tutti coloro che hanno contribuito a dare forma a questo protocollo.

Il Carnevale di Ivrea con la sua celeberrima battaglia delle arance rappresenta un’ occasione straordinaria e concreta per confermare scelte di legalità e trasformarle in un messaggio pubblico, che stimoli una sempre maggiore presa di coscienza dell’importanza di generare una economia rispettosa della persona e libera dalle mafie.